sei in: Home > Notizie >

Repubblica.it Ambiente

Matteo Renzi e il segretario generale dell'Onu Ban Ki- Moon (afp) ROMA - Preceduto da una campagna di mobilitazione pubblica, che ha portato milioni di persone a marciare nel weekend in tutto il mondo per salvare il pianeta, ed oltre 300mila a una manifestazione di dimensioni storiche a New York, al Palazzo di Vetro si si è aperto il "Climate Summit". Sono 120 i leader mondiali, tra i quali il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ed il premier Matteo Renzi, ad aver infatti risposto all'appello di Ban Ki moon che, in occasione della 69esima Assemblea Generale dell'Onu che si apre ufficialmente domani, ha convocato questa conferenza per intraprendere un'azione politica per combattere i cambiamenti climatici.

In piazza in tutto il mondo contro il cambiamento del clima


"Ho invitato i leader politici, dell'economia, della finanza e della società civile a presentare la loro visione, fare annunci coraggiosi e creare una nuova alleanza che sostenga i cambiamenti di cui il mondo ha bisogno", ha detto Ban ki Moon presentando il vertice. Ma se la lista dei partecipanti è importante, forse ancora più significative sono le assenze. In particolare quelle del presidente cinese Xi Jinping e del premier indiano Narendra Modi, leader dei paesi più popolosi del mondo che insieme con gli oltre 2,5 miliardi di abitanti costituiscono oltre un terzo della popolazione del pianeta. Ma Xi e Modi - quest'ultimo sarà comunque negli Stati Uniti per la fine della settimana - rischiano di diventare i grandi assenti, ed una sorta di convitati di pietra, del Summit anche perché Cina ed India risultano essere in cima anche alla lista dei paesi maggior inquinatori.

Rio, summit sul clima: il Cristo Redentor si illumina di verde


Come è noto da tempo la Cina ha sostituito gli Stati Uniti alla guida della classifica dei maggiori produttori di emissioni inquinanti, mentre l'India figura, dopo gli Usa appunto, al terzo posto. Questo dipende solo in parte dall'enorme numero di abitanti: nuovi studi hanno infatti dimostrato come le emissioni pro capite in Cina recentemente hanno superato quelle europee, e si prevede che il sorpasso avvenga per l'India nei prossimi cinque anni.

Pechino e Nuova Delhi saranno ovviamente rappresentate al vertice, dal vice premier cinese Zhang Gaoli e dal ministro dell'Ambiente indiano, Prakash Javadekar, ma l'assenza "per impegni precedenti" di Xi e Modi è stato interpretato come un modo per snobbare pubblicamente l'iniziativa. O di ribadire che il problema di ridurre le emissioni inquinanti deve interessare maggiormente i tradizionali paesi sviluppati, che si sono arricchiti inquinando per decenni, e non, o per lo meno non nella stessa misura, le economie emergenti. Anche se sono diventate, come nel caso della Cina, delle vere e proprie potenze.

Di Caprio e il capo tribù: i volti della marcia per il clima a New York


Ma c'è anche un terzo importante assente oggi al summit, il presidente russo Vladimir Putin, che diserterà del tutto l'Assemblea Generale, forse per non doversi trovare sul banco degli imputati a causa della crisi ucraina. La Russia è il quarto paese maggiormente inquinante ed il 10mo più popoloso del pianeta.

L'Italia, rappresentata dal capo del governo Matteo Renzi e dal ministro per l'ambiente Gian Luca Galletti, partecipa al summit mentre ha la presidenza del consiglio dell'Unione europea. Secondo il premier "l'accordo sul climate change al quale si sta lavorando per il summit di Parigi del 2015 "dovrà essere vincolante". "Quella dei cambiamenti climatici è la sfida del nostro tempo, lo dice la scienza, non c'è tempo da perdere: la politica deve fare la sua parte", ha sottolineato il premier alle Nazioni unite. "I nostri figli - ha detto Renzi - attendono che a Parigi l'accordo sia vincolante, e che i posti di lavoro della Green economy siano veri". Per questo, ha assicurato il premier, "l'Italia è pronta a contribuire con una dotazione significativa al fondo verde delle Nazioni unite".

 
Tags Argomenti: Protagonisti:

© Riproduzione riservata 23 settembre 2014

----------------------------------
forholde aritcle:
----------------------------------