sei in: Home > Notizie >

Tifo e schiacciate festa al PalaFlorio aspettando l'Italia

Tifo e schiacciate festa al PalaFlorio aspettando l'Italia "Sarà un delirio"

ANTONINO PALUMBO

È COMINCIATAcon i bambini e i ragazzi delle scuole baresi che urlavano "Cina, Cina" o "Porto Rico, Porto Rico", in base a chi sembrava meno in palla. È proseguita con l'Azerbaijan che, dopo aver sbagliato tutto lo 'sbagliabile' - ricezioni, alzate e attacchi, è riuscito a tener testa al favoritissimo Giappone per poi batterlo in un sontuoso tie-break, deciso dalle schiacciate di Polina Rahimova e dalla netta superiorità a muro. È finita con la macchia gialla dei tifosi belgi a far del PalaFlorio una seconda Bruxelles, per incitare la squadra nel match contro Cuba. Aspettando l'Italia, non sono stati certo lo spettacolo e il calore gli assenti nell'impianto barese, nella prima giornata della Poo D dei Mondiali femminili.

Certo, il PalaFlorio non era ancora pieno. Per farlo, si attende l'arrivo delle azzurre di Marco Bonitta che in caso di passaggio del turno giocheranno a Bari, che arrivino prime o quarte. Il comitato organizzatore locale dei Mondiali 2014, presieduto da Danilo Piscopo, può comunque essere soddisfatto della risposta del pubblico. «Nella prima giornata abbiamo ospitato circa duemila e cinquecento spettatori – ha spiegato Piscopo - fra cui spiccano gli oltre mille studenti delle scuole primarie e secondarie, provenienti dalla città di Bari e da centri come Modugno e Noci. Arriveranno anche da Palo del Colle, Altamura e Barletta e speriamo che la loro presenza al PalaFlorio possa essere sempre più consistente».

Il grande volley è dunque tornato in punta di piedi nel capoluogo pugliese, in attesa di inebriarsi di eco di applausi scroscianti, amore azzurro e "Italia, Italia" in loop. Fino ad allora, ci s'innamorerà degli attacchi vincenti della portoricana Karina Ocasio e delle invenzioni della cinese Ting Zhu, ci si meraviglierà leggendo il nome Arisa sulla maglia del libero del Giappone, ci si farà prestar mani per contare i punti dell'azera Polina Rahimova (33 ieri contro il Giappone) e ci si stupirà per la bravura e la giovane età delle nazionali di Cuba e Belgio.

Intanto, l'organizzazione si affinerà per accogliere – incrociando le dita – il presumibile boom di pubblico per le partite di Francesca Piccinini e compagne. «Aspettando che l'Italia passi il turno e venga a giocare a Bari – ha detto Giuseppe Manfredi, vicepresidente nazionale Fipav - dal punto di vista organizzativo possiamo dirci soddisfatti della giornata inaugurale. La macchina organizzativa si sta rodando e contiamo di essere pronti nell'auspicata ipotesi che le azzurre disputino la seconda fase nella nostra città».

Oggi si disputano gli incontri della seconda giornata: alle 10.30 Cina-Azerbaijan, entrambe vincitrici ieri; alle 17 Belgio-Giappone; alle 20 Porto Rico-Cuba. Le partite della prima fase termineranno domenica, con unica giornata di pausa venerdì 26 settembre. Info: Ticket: it/biglietteria.asp.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'ESORDIO

L'avvio del girone barese dei mondiali femminili di volley. Sotto, Giuseppe Manfredi

24 settembre 2014 sez.

Topic Correlati Persone Enti e Società Luoghi Tipo

  • articolo
    ----------------------------------
    forholde aritcle:
    ----------------------------------